QuickTOC Ultra Analizzatore di TOC in continuo ad Alta Temperatura per Trattamento Acque e Processo

QuickTOC Ultra Analizzatore di TOC in continuo ad Alta Temperatura per Trattamento Acque e Processo

QuickTOC® Ultra Analizzatore di TOC in continuo di LAR Process Analysers: dal 1986 una leggenda tecnica.

Completamente rivoluzionario rispetto a qualsiasi altro analizzatore industriale per la misura in linea ed in continuo del Carbonio Totale TC , del Carbonio Organico Totale TOC, del Carbonio Inorganico Totale TIC, del Carbonio Organico Dissolto DOC in accordo alle DIN EN 1484:1997-08, ISO 8254:1999-03, EPA 415.1 , combinabile con sensore per Azoto Totale TNb e idoneo per calcolo COD via correlazione matematica.

Range di Misura: 0.1–200; 2-400; 5–2,000; 100–15,000; 500-50,000 mg/l TOC

Il suo principio di misura è solo ed unicamente l’Ossidazione Termica pura a 1200°C. Quindi non ai soliti 600-800°C, senza Catalizzatori, senza Permanganato, senza UV, senza lampade, senza necessità di Ozono…Niente del solito!

La parte di adduzione del campione si basa sulla tecnologia FlowSampler® e su tubi da 32 mm. Quindi nessuna Filtrazione a 50 mesh, nessuna perdita rappresentatività della Matrice, mai capillari intasabili, mai pulizia reiterata e lungo service obbligatorio giornaliero

Ogni ciclo di Analisi completo dura < 180 secondi per questo analizzatore di TOC in continuo. Quindi non si aspettano 20-25 minuti mentre scarichiamo fuori specifica o riceviamo un carico organico inaspettato da qualche punto dell’impianto

La tecnologia di analisi in continuo è un insieme di microbatches che si alternano all’autopulizia. Quindi non esiste per definizione nessun tipo di “effetto memoria” ed è possibile grazie al segnale di fine analisi implementare applicazioni multi-stream anche con TOC agli antipodi, esempio 5 stream in ingresso da 5 punti diversi d’impianto prima del WWT e il quinto come outlet dal WWT medesimo.

Grazie alla possibilità dell’AutoSwitch integrato questo analizzatore è in grado autonomamente di utilizzare 2 sensori NDIR finali con campi diversi per gestire carichi organici diversi a spot o magari picchi stagionali, ad esempio inquinamento da deicing negli aeroporti.

Analizza secondo normativa calcolo anche il TIC con strippaggio dal campione. Quindi anche l’eventuale infiltrazione di aria (CO2) nella pneumatica viene rilevata ed esclusa dall’analisi.

Grazie all’ossidazione termica e alla fornace brevettata è possibile analizzare anche con una grande concentrazione salina magari del 2% senza intasamenti. Quindi non c’è bisogno di pretrattamenti del campione.

Grazie ai sensori di NO integrabili è possibile anche calcolare il TNb insieme al TOC. Quindi non si devono comprare più analizzatori per lo stesso stream.

Vediamo come funziona con questo filmato esplicativo:

Questo analizzatore di TOC presenta le seguenti dimensioni, peso e classificazione: 1020 x 700 x 520 mm (W x H x D), 115 kg, IP54, anche NEMA 4X/IP66 o certificato ATEX / IECEx per zona pericolosa 1 e 2. Quindi non necessità di mega-shelters pressurizzati ma rimane in zona pericolosa anche in modalità stand-alone.

QuickTOC Atex

Articolo precedente
K-PATENTS VAISALA Liquid Measurements: i migliori Rifrattometri di Processo del mondo.
Articolo successivo
MRL Multi Rotation Lock per Valvole a Volantino o con Riduttore

Post correlati

Menu